Pagina di Approfondimento
 
www.caccia.fvg.it
 
 

Ritorna alla
Home Page

L'Uomo per
La Fauna e
L'Ambiente

 

 
La Storia della Caccia a Cavallo in FVG
Pagina della Società Mitteleuropea della Caccia a Cavallo

 
Indice
 Il Canile
 La caccia alla Volpe
 Un po' di storia
 
 
 
 
 Se vuoi saperne di più:
 www.foxhounds.it
 www.cacciacavallofvg.it
M

 
     


Il Barone Sergio Penner von Sarnthein


Il book della Società

 

Incontriamo Sergio Penner, Jegermeister, Barone di origini tirolesi, che ci illustra la storia degli ultimi anni della Caccia a Cavallo in FVG meno suggestiva di quella passata ma comunque molto interessante e ve la proponiamo molto volentieri.

- La Società Mitteleuropa della Caccia a Cavallo mantiene viva una tradizione che risale a diversi secoli fa. Nata sulla scia della Società Romana di Caccia a Cavallo fondata da Lord Chesterfield alla fine dell'Ottocento, è presente i Friuli al 1989 con due società: La Società delle Venezie che faceva capo ad Economo di Trieste e l'altra di Roberto Kechler che aveva sede a San Martino di Codroipo (ora Società Friulana Caccia a Cavallo 1890).
Kecler possedeva due mute di Doghounds, una specializzata per la caccia al Daino-Cervo e l'altra per la Volpe. le due società praticavano la caccia, la prima a sinistra del Tagliamento, la seconda a destra. La scelta avvenne dopo un duello svoltosi sui bastioni di Palmanova tra Salem, Podestà di Trieste e Carlo Kechler.
Nella nostra pianura friulana cacciavano il Duca d'Aosta, e molti personaggi legati alla Mitteleuropa. Mentre oltre confine cacciavano altre Società di cui abbiamo notizie anche attraverso la cultura cinefila - ricorda Sergio Penner.

Nel 1940 le mute vengono sciolte per questioni belliche e sono confluite nella Società Milanese di Caccia a Cavallo.

Nel 1970 Saba (parente del noto poeta) tenta di ricostiutuire una muta di Foxhounds irlandesi ma non ha successo.

Nel 1972 a a Rivoli di Osoppo, Sindici recupera l'eredità della Società di caccia del FVG e costruisce un canile di 40 cani, ma si scontra con il mondo venatorio e viene costretto a cacciare solo a Rivoli. E' un'esperienza che dura pochi anni e successivamente i cani ritornano a Milano.

Nel 1996 viene recuperata la muta, e soprattutto vengono recuperati i rapporti con le Riserve di Caccia che attualmente vedono con favore questa attività.

Attualmente la Società svolge alcune cacce in base ad calendario stilato annualmente.

 

    Se vuoi saperne di più:  
    www.foxhounds.it
Dati
n AC G2